Attività Operativa

Il Progetto, in collaborazione con il MIUR, USR del Piemonte e con il patrocinio del Ministero della Giustizia, dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza e della Regione Piemonte, si concretizza nel corso del 2015 e in data 21/10/2015 viene emanata dal MIUR, USR del Piemonte, la Circolare indirizzata agli Insegnanti e ai Dirigenti Scolastici che illustra il Progetto.

Il Progetto, a partire dall’Anno Scolastico 2015/2016, prevede incontri di formazione e sensibilizzazione di primo livello, rivolti agli Insegnanti e ai Dirigenti Scolastici della Scuola Primaria della durata di 4 ore, per permettergli di acquisire le informazioni necessarie per riconoscere i segnali e i comportamenti di minori vittime di abusi e/o maltrattamenti fornendo altresì indicazioni operative sui comportamenti corretti da tenere al fine di tutelare il minore, di concerto con le istituzioni e le realtà esistenti sul territorio.

In considerazione del fatto che sul fenomeno della violenza e dei maltrattamenti esistono pochi dati e molto parziali, con lo scopo di raccogliere dati e informazioni dagli stessi insegnanti rispetto alla conoscenza del fenomeno stesso anche in relazione agli anni di insegnamento, alle modalità di affrontare l’eventuale disagio o il racconto del minore, la conoscenza di quali i comportamenti corretti da mettere in atto per tutelare il minore, il Gruppo di Lavoro ha preparato due questionari, uno da erogare agli Insegnanti prima dell’incontro che verte sulla conoscenza o meno da parte dell’insegnante del fenomeno e dei vari aspetti e un altro da somministrare alla fine dell’incontro che, oltre a chiedere l’opinione degli insegnanti sulla completezza degli argomenti trattati, sulla adeguatezza dei materiali forniti e quale argomento li avesse colpiti maggiormente, chiedeva su quali argomenti e se ritenevano utile fossero sviluppati degli approfondimenti.

Tali informazioni, oltre a costituire evidentemente una fonte preziosa di verifica e di ricerca, era particolarmente efficace per verificare se gli argomenti trattati erano coerenti con le professionalità che incontravamo, se erano adeguate sia come livello che come fruibilità, e soprattutto quanto queste informazioni e nozioni potessero davvero essere utili in relazione alle diverse situazioni che i docenti potevano trovarsi ad affrontare e che in molti casi avevano già dovuto affrontare.

I professionisti impegnati nel Progetto Dare Voce al Silenzio hanno ritenuto, in accordo con il Consiglio Direttivo di Piemonte Cuore Onlus, di dare vita a un sodalizio associativo no profit costituendo “Dare Voce al Silenzio Onlus" che ha sviluppato le attività del Progetto con anche ulteriori iniziative nell'ambito delle violenze di genere verso minori e donne.

A Settembre 2017, il progetto viene presentato al MIUR USR di Torino.

Di tale Progetto viene data comunicazione a tutte le Scuole del Piemonte mediante Nota USR 10145 del 23/10/2017 consultabile sul sito del MIUR stesso.

Vengono calendarizzati 8 Incontri per l’A/S 2017/2018 offrendo agli Insegnanti, Dirigenti e Operatori Scolastici, l’opportunità di approfondire il tema della violenza e dei maltrattamenti, strutturati su 2 livelli:

  • Incontri di formazione e sensibilizzazione di primo livello, rivolti ai Dirigenti Scolastici, Insegnanti e Operatori della scuola primaria e dell’Infanzia, della durata di 4 ore per permettergli di acquisire le informazioni necessarie per riconoscere i segnali e i comportamenti di minori vittime di abusi e/o di maltrattamenti fornendo altresì indicazioni operative sui comportamenti corretti da tenere al fine di tutelare il minore di concerto con le istituzioni e le realtà esistenti sul territorio che operano per la tutela dei minori.
  • Incontri di formazione e sensibilizzazione di secondo livello, della durata di 4 ore, rivolti ai Dirigenti Scolastici, Insegnanti, ed Operatori della scuola primaria e dell’Infanzia che hanno già seguito gli incontri di 1° livello, per consentire loro di acquisire le informazioni necessarie per riconoscere i segnali e i comportamenti di minori vittime di violenza assistita nei diversi contesti di vita e/o di altre forme di maltrattamento subite, fornendo altresì indicazioni operative sui comportamenti corretti da tenere al fine di tutelare il minore di concerto con le istituzioni e le realtà esistenti sul territorio che operano per la tutela dei minori e, laddove possibile, prevenire i fenomeni di violenza domestica.

Nell’anno scolastico 2015/2016 sono stati organizzati 6 incontri a cui hanno partecipato 135 insegnanti.

Nell’anno scolastico 2016/2017 sono stati organizzati 9 incontri a cui hanno partecipato 822 insegnanti.

Nell’anno scolastico 2017/2018, a fronte di 5 incontri di 1° livello e 3 incontri di 2° livello che termineranno il 15 Maggio, si prevede il coinvolgimento di circa 900 tra Insegnanti e Dirigenti Scolastici.

Il Ministero di Giustizia ha concesso il patrocinio al Progetto, in considerazione del valore e degli obiettivi del Progetto.